Allestimento del padiglione Italia a Dubai

Siamo andati a visitare l’allestimento del padiglione Italia a Dubai 2020-2022,opera progettata dagli architetti Carlo Ratti e Italo Rota focalizzando tutto il loro operato sulla filosofia “La bellezza unisce le persone” nell’intento di promuovere un’architettura sostenibile e a basso impatto ambientale. italyexpo2020.it

Le tecniche utilizzate nella costruzione e l’allestimento del padiglione Italia a Dubai 2020-2022 sono assolutamente innovative: Il rivestimento esterno del padiglione non è costituito da vere e proprie pareti ma da facciate “ventilate” come le hanno definite gli architetti, realizzate con 70 Km di corde prodotte con circa 2 milioni di bottiglie di plastica riciclate che la notte prendono vita grazie a strisce led inserite nelle corde stesse.

Tecniche innovative

Pareti ventilate: per garantire la giusta temperatura all’interno del padiglione fornendo l’ombra necessaria e garantendo il ricambio dell’aria, in effetti il padiglione è totalmente privo di impianto di aria condizionata.  

Copertura: realizzata con l’impiego di 3 enormi scafi di nave rovesciati lunghi circa 50 m ognuno e verniciati nei colori del tricolore per dare una connotazione nettamente riconducibile al nostro paese; la superficie totale verniciata è di 2.100 mq.

Anche l’interno del Padiglione è stato concepito all’insegna dell’eco compatibilità, sono stati ad esempio utilizzati, per il rivestimento dei percorsi, materiali compositi a base di bucce d’arancia, funghi e fondi di caffè. Si è posta particolare attenzione all’utilizzo di speciali vernici green.

Tutta l’area dell’Auditorium, dell’Educational Lab e del Foyer sono caratterizzati da una colorazione verde la cui vernice è stata creata appositamente con l’impiego di pigmenti a base di spirulina, una microalga marina, il cui maggior o minor quantitativo di utilizzo ha permesso di ottenere le varie tonalità.

Continuando con il tema della sostenibilità, all’interno della struttura troviamo una futuristica installazione dell’ENI con bioreattori per la fotosintesi della Co2 per mezzo di speciali microalghe; delle vasche d’acqua dove viene prodotta la microalga spirulina sia per assorbire l’anidride carbonica nell’aria, sia per la produzione di fertilizzanti da impiegare nelle aree interne ed esterne.

La nostra visione nella stessa direzione

Per questo motivo consideriamo questo un articolo da risaltare e vi ricordiamo Key Comunicazione Srl progetta, coordina e realizza idee e soluzioni complete a misura di nostri clienti tenendo cura nei  minimi dettagli: analisi degli spazi interni e circostanti, concept di progetto, materiali e processi produttivi, trasporto e montaggio, stoccaggio e manutenzione straordinaria. Crediamo al progetto realizzato nell’allestimento del padiglione Italia a Dubai 2020-2022 perché anche noi teniamo al lavoro nel rispetto e cura dell’ambiente.

Per visitare la nostra galleria Clicca qui  

Foto di Gruppo Boero⁣⁣

Share
20 enero 2022

Stand istituzionale della CDP all’Anci di Parma

Key Comunicazione ha realizzato lo stand istituzionale di 96mq per CDP, Main sponsor dell’assemblea....
4 marzo 2022

Una serra per ricreare un ecosistema autosuficiente

"Dalla biosfera all'ecosfera, un ecosistema autosufficiente" è stata allestita all'interno della Lanterna di Fuksas...